Premi "Invio " per saltare al contenuto

“Noi non siamo la casta” – Corriere dell’Umbria



Non siamo diventati appartenenti alla casta. Lo dichiara Luigi Di Maio il giorno dopo le scelte del Movimento 5 Stelle che ha cancellato quelli che per anni sono stati i pilastri della sua attività: il no al terzo mandato e quello all’alleanza con i partiti tradizionali in occasione delle elezioni amministrative.

E’ ormai opinione comune che il M5S sia diventato un partito come tutti gli altri. Ma il ministro degli esteri non accetta che la cancellazione del terzo mandato certifichi l’ingresso nella casta: “La casta – dichiara in una intervista a La Stampa – sono i furbetti del bonus che scaricano la colpa sui commercialisti, sono quelli che impugnano l’abolizione dei vitalizi per tenersi un privilegio medievale mentre l’Italia vive una crisi senza precedenti”.